Opinioni, recensioni e suggerimenti sui trattamenti per la cura della pelle

Evita le condizioni della pelle prendendoti cura di te! La pelle umana è un insieme complesso progettato per proteggere l’individuo da tutte le condizioni atmosferiche esterne. È composto da diversi strati distinti che vanno dall’Holdypodermis (che è lo strato “più profondo”) all’epidermide (che è lo strato superficiale, quello più comunemente affetto da malattia della pelle o altre infezioni dermatologiche).

Nel mezzo, c’è il “derma”, e tutti questi strati sovrapposti formano un’armatura naturale che protegge (quasi) l’intero corpo umano dai pericoli che provengono dall’esterno.

Tuttavia, questo involucro del corpo, a causa della sua esposizione “in prima linea” nei confronti del mondo esterno, è un organo che tende a deteriorarsi facilmente, ed è necessario prendersene cura in modo che possa continuare a proteggere il altri organi interni dei raggi del sole (che sono estremamente dannosi per la salute), potenziali infezioni o semplicemente lesioni involontariamente contratte.

Prenditi cura della tua pelle ogni giorno

Come altri organi del corpo umano, la pelle tende ad invecchiare e quindi a deteriorarsi (la sua capacità rigenerativa diminuisce nel tempo). Per prendersi cura della propria pelle e rallentare l’invecchiamento della pelle il più possibile, è necessario mettere in atto alcune azioni su base giornaliera.

Pertanto, è fortemente sconsigliato di esporre l’epidermide al sole, i cui raggi sono estremamente dannosi per la salute della pelle. Questa raccomandazione non è sempre possibile ogni giorno, ecco perché esistono molti filtri solari ed è necessario applicarli prima di ogni esposizione (preferibilmente una doppia crema protettiva UVA e UVB)

Il tabacco, oltre ad essere un flagello per i polmoni, contribuisce anche al deterioramento e all’invecchiamento della pelle. Per le persone soggette a malattie della pelle, la definitiva cessazione del fumo è fortemente consigliata dai dermatologi.

Anche i bagni pubblici, spesso pieni di virus e altre fonti di infezioni della pelle, sono scoraggiati. Proprio come i bagni che durano più di 30 minuti e che contribuiscono anche all’invecchiamento della pelle.

Inoltre, non è consigliabile (soprattutto in inverno) fare docce ad alte temperature. Perché l’esposizione al freddo che segue è un fattore che sviluppa la pelle secca e quindi l’invecchiamento della pelle.

Qualunque sia la malattia della pelle, deve essere trattata rapidamente!

SkinMania.It recensioni per te le più comuni malattie della pelle. Questi comuni problemi dermatologici, sebbene possano essere spesso antiestetici dal punto di vista estetico, sono per lo più infezioni benigne. Quindi non ci sono ragioni importanti per preoccuparsi, ma si tratta di essere in grado di analizzare rapidamente i sintomi per essere in grado di trattarli efficacemente.

Perché se la pelle è considerata uno degli organi più forti del corpo umano, le infezioni che si contraggono possono richiedere molto tempo prima di scomparire, per non parlare del fatto che sono spesso contagiose, quindi rischiose per chi ti circonda!

Acne: una malattia della pelle tanto comune quanto antiestetica

L’acne è una malattia della pelle che salva poche persone, soprattutto durante l’adolescenza, dove i giovani scoprono con stupore le molte mutazioni nei loro corpi. Quindi, 8 su 10 giovani soffrono di acne, che può essere invalidante su base giornaliera perché si tratta di una infezione dermatologica estremamente sgradevole.

L’acne colpisce lo strato cutaneo chiamato epidermide (lo strato superiore, quindi), ma se vuoi essere più specifico, l’acne è una malattia che colpisce i capelli. Infatti, alla base dei nostri follicoli piliferi, c’è una particolare ghiandola che produce continuamente il sebo. Il sebo è un grasso molto utile per il corpo umano perché impedisce alla pelle di asciugarsi.

Così, quando arriva la pubertà, questa produzione di sebo diventa troppo eccessiva (per un motivo ormonale) e la base dei capelli finisce per intasarsi. È quindi un ambiente favorevole allo sviluppo di più batteri alla base di questo follicolo pilifero, ed è allora che appare questo famoso pulsante sgradevole (chiamato anche punto nero).

Oltre a questa mutazione ormonale, risulta che lo stress e la genetica sono altri due fattori che promuovono lo sviluppo dell’acne. Molte correlazioni con l’acne sono state rilevate dagli scienziati (tra persone della stessa famiglia e persone considerate stressate), ma nessuno studio è ancora riuscito a dimostrare queste ipotesi.

Per liberarsene, è necessario limitare questa sovrapproduzione di sebo. Pertanto, i dermatologi tendono a consigliare inizialmente un’attività fisica regolare, nonché una dieta sana. È anche possibile che il medico consiglia di fermare alcuni prodotti cosmetici, che possono essere una causa aggravante per lo sviluppo di acne.

Se questa condizione della pelle diventa troppo invasiva, allora sarà necessario andare per cure mediche. I farmaci più conosciuti per il trattamento dell’acne sono Diane 35 (maggiori informazioni nella sezione sulla contraccezione del sito) e il gel Roaccutane (maggiori informazioni nel menu a destra) che è considerato una vera rivoluzione, da l’efficacia incomparabile del suo principio attivo (isotretinoina) rispetto ad altri trattamenti dermatologici contro l’acne.

Trattare una cicatrice che si è verificata dopo un infortunio esterno

Non è una malattia della pelle stessa, tuttavia cicatrici, smagliature o altri segni indesiderati sul corpo possono influenzare la salute mentale degli individui dal loro lato estremamente sgradevole.

Perché in sé, da un punto di vista medico, questo problema di pelle non è affatto grave perché, appunto, la pelle è già riuscita a guarire. I tessuti del corpo vengono riparati da soli (tramite un processo di rigenerazione naturale) e non vi è più alcun rischio per la salute. Nota che più giovane è l’individuo, migliore sarà la sua pelle per una rapida guarigione senza lasciare segni. Si ritiene che oltre i 40 anni la pelle umana abbia un tempo di rigenerazione più difficile (il processo richiede più tempo, per una cicatrice più visibile).

Per evitare (o diminuire significativamente) la presenza di cicatrici, è necessario durante il processo di guarigione:

  • Limita il collagene nel tuo corpo
  • Applicare l’aloe vera
  • Metti una benda (per “stringere” entrambe le estremità dell’epidermide)
  • Non stressare (perché l’ansia causa la secrezione di un ormone dannoso, il glucocorticoide, allo scopo di una rapida guarigione)
  • Disinfetti regolarmente la ferita (senza usare acqua ossigenata)
  • Mangiare equilibrato (richiede un apporto significativo di vitamina C e proteine ​​per guarire rapidamente)
  • Non fumare (il tabacco fa male alla pelle in generale, ma rallenta anche la guarigione impedendo alle cellule di rigenerarsi rapidamente)
  • Non esporre la ferita al sole
  • Se la ferita lo consente, fai sport regolarmente!
  • E soprattutto .. non graffiare la crosta!

Se il danno è già stato fatto (che la pelle è già perfettamente guarita e il segno lasciato dalla ferita è coerente) rimane la soluzione di skinception crema antismagliature. Come suggerisce il nome, è destinato principalmente alle donne con smagliature antiestetiche (specialmente dopo il parto), ma le sue proprietà curative sono ora riconosciute e raccomandate dai dermatologi. Altrimenti, hai le creme di base, disponibili in qualsiasi farmacia (es: Cicatryl).

Sembra che anche il miele e la saliva abbiano virtù rigenerative … Non sperare troppo in questo, ma ecco due buone idee sui rimedi casalinghi da provare, prima di passare a un trattamento farmaceutico.

Trattare l’iperpilucità:

Attenzione, stiamo parlando solo dell’iperpilucità femminile, perché è molto meno comune e può essere considerata una malattia della pelle. Un uomo con iperilità è un fenomeno normale a causa degli ormoni maschili che produce in massa.

Per le donne, un enorme eccesso di capelli può essere un problema molto imbarazzante, mettendo in discussione la loro femminilità che li porta a consultare uno specialista (dermatologo). Nella stragrande maggioranza dei casi, si tratta di un problema relativo solo all’estetica, che non pone alcun rischio per la salute delle donne.

Quindi, possiamo distinguere tre tipi di iperpilucità femminile:

  1. Ipertricosi: il sintomo principale è un pelo molto denso in certe parti del corpo, a volte anche nel complesso. L’ipertricosi è una malattia genetica (a differenza di altri casi di iperpilucosi, che spesso deriva da uno squilibrio ormonale) e si manifesta con l’incapacità dell’organismo femminile di contenere la (debole) produzione di ormoni maschili.
  2. Irsutismo: il sintomo caratteristico è la presenza di peli solo in posti insoliti per la donna, solitamente riservati ai follicoli piliferi maschili (barba, busto, glutei). Questa malattia è dovuta all’eccessiva produzione di ormoni maschili.
  3. Virilismo di Pileus: come suggerisce il nome, è una malattia più pronunciata rispetto ai due presentati sopra. Il sintomo principale è capelli in tutto e per tutto paragonabili a quelli degli uomini (tutte le parti del corpo, capelli spessi e molto scuri).

Fortunatamente, oggi ci sono molte soluzioni per trattare i problemi della pelle di queste donne pelose. Così, alcune pillole (come Diane 35) possono combattere questo problema di capelli eccessivi. La rimozione dei peli può anche essere una soluzione, anche se può essere restrittiva a causa del suo lato non definitivo (questo non è il caso della depilazione permanente, tuttavia questa soluzione è estremamente costosa). Per coloro che desiderano evitare la radiazione laser (o i costi che generano) può anche rivolgersi alla crema Vaniqa, che è una soluzione contro l’iperliposi femminile, riconosciuta come molto efficace e facile da usare (altro informazioni nella colonna di destra).

In ogni caso, non esitate a parlare di questo problema al vostro medico, dermatologo o endocrinologo, che vi consiglierà esattamente il trattamento che meglio si adatta al vostro corpo.

Trattare l’eczema:

Come l’acne, l’eczema è una delle più comuni malattie della pelle, e sta crescendo sempre di più ogni anno! È una malattia della pelle che colpisce principalmente i bambini, con significativa suscettibilità allergica.

Ancora una volta, ci sono diversi tipi di eczemi:

  1. Dermatite da contatto: come suggerisce il nome, questa malattia dermatologica si verifica dopo il contatto con un prodotto dannoso per la pelle (come molti prodotti industriali: composti metallici, componenti chimici, prodotti per la pulizia, farmaci, lattice ma anche alcuni profumi e alcune piante). Se la sensibilità allergica dell’individuo che viene a contatto con uno di questi elementi è altamente sviluppata, i rischi di scatenare un’epidemia di eczema sono importanti. I sintomi sono tipici dell’eczema classico: arrossamento, gonfiore, prurito (prurito intenso), formazione di croste.
  2. Dermatite (eczema cronico, che colpisce principalmente le mani): è una forma avanzata di eczema da contatto, che attraverso la ripetizione è diventata cronica. Questa condizione è anche chiamata dermatosi o eczema dishydrosic.
  3. Seborroica: questa forma di eczema non è grave, ma è molto sgradevole. I sintomi sono caratterizzati dalla comparsa di grandi brufoli contenenti un pus giallo e lo sviluppo di molti forfora. L’eczema seborroico di solito si concentra sul viso ed è molto comune nei bambini piccoli.
  4. Eczema “Eritroderma”: rispetto ad altre forme di eczema allergico presentate sopra, l’eritroderma è una malattia grave perché si diffonde su tutto il corpo. Altri sintomi di questa condizione della pelle sono prurito intenso, calore e gonfiore dell’intera pelle. Questo focolaio di eczema può causare molti effetti avversi, pertanto l’ospedalizzazione immediata è consigliata non appena compaiono i primi segni.

Per trattare le eruzioni allergiche, la crema Locoid è un trattamento eccellente, che combatte efficacemente l’infiammazione.

Tratta l’herpes:

L’herpes è una comune malattia della pelle, è anche un luogo di scelta toccando (in media) una persona su sei.Tuttavia, le complicanze sono rare e esistono molti trattamenti per trattare questo virus che si manifesta forma di spinta cronica, in diversi punti del corpo:

  1. In bocca (che è anche chiamato herpes orale o più comunemente, mal di freddo)
  2. Sulla faccia (Herpes facciale)
  3. Sugli occhi (herpes oculare)
  4. Sui genitali (herpes genitale)
  5. O sulle dita e le meningi.

È una malattia della pelle contagiosa (ecco perché le coppie devono guardarsi l’un l’altra per i primi segni di questa infezione della pelle) e una volta che questo virus entra nel corpo, rimarrà lì per sempre!

Anche se in questo momento si stanno studiando le piste scientifiche che potrebbero comportare il rilascio di un vaccino, attualmente è difficile prevenire l’herpes. Esistono solo trattamenti di soccorso (prevenzione e cura di nuovi focolai). Due trattamenti efficaci per l’herpes simplex (HSV) e l’herpes labiale sono Zelitrex e Aciclovir (maggiori informazioni nel menu a destra).